LEZIONE 05: Che cos’è il bitcoin

 

.Che cos’è il bitcoin

 

Spiegare che cos’è il bitcoin non è facile e, capirlo a fondo, lo è ancora meno. Questo si deve al fatto che occorre conoscere a fondo la terminologia usata nel mondo delle criptomonete e questo richiede molto sforzo e studio, per cui cercherò di spiegare che cos’è il bitcoin in maniera semplice, senza addentrarmi in tecnicismi inutili.

Sicuramente avrai sentito dire che il bitcoin è una moneta virtuale che si usa in Internet, però questo è vero solamente in parte, infatti quando parliamo di bitcoin ci riferiamo a due cose: a una moneta digitale e a un software di computer di codice aperto.

Un software di codice aperto è un programma informatico che qualunque persona, con conoscenze di programmazione, può leggere e usare liberamente, ma che nessuno può controllare. Come vedremo più avanti, questo software può essere usato anche con funzioni differenti a quelle della moneta digitale.

La parola bitcoin (btc) scritta in minuscolo si riferisce alla moneta (imm 02), mentre la parola BITCOIN (BTC) scritta in maiuscola si riferisce al software che crea la rete di pagamento globale, attraverso migliaia di computer collegati a Internet.

La differenza di questa moneta digitale rispetto alle valute che, come abbiamo visto, sono create dal nulla dalle banche centrali, consiste nel fatto che il bitcoin non è creato da un ente centrale, ma attraverso leggi matematiche.

Il bitcoin è una moneta virtuale introdotta nell’anno 2009, che ha la proprietà di evitare l’uso di intermediari per verificare i trasferimenti.

Il bitcoin si basa nella tecnologia peer-to-peer o rete punto a punto, che si riferisce ai sistemi che lavorano come un’organizzazione collettiva, dove ogni computer funziona sia come server che come cliente permettendo ad ogni persona possa interagire direttamente con un altro.

Il bitcoin usa la criptografia per controllare la sua produzione e i trasferimenti, senza la necessita che lo faccia un ente centralizzato. Quando parliamo di criptografia, ci riferiamo a quella parte della matematica che permette creare cifrature che, nel caso del bitcoin, rendono impossibile che qualcuno possano rubare i fondi del portafoglio di un altro utente o che possa corrompere le catene di blocchi.

Il bitcoin è considerato una moneta a tutti gli effetti perché possiede le cinque caratteristiche fondamentali del denaro, solamente che invece di basarsi in proprietà fisiche come l’oro, si basano in proprietà matematiche. Vediamo quali sono:

  1.       Si mantiene nel tempo: il bitcoin durerà fino a quando dura la tecnologia che lo sostiene.
  2.       Ha un’offerta limitata: solamente si produrranno 21 milioni di bitcoin.
  3.       È divisibile: il bitcoin si divide in 100 milioni di satoshi.
  4.       È distribuibile: il bitcoin si può trasferire da una persona a un’altra senza problemi.
  5.       È riconoscibile: la sua natura criptografica lo rende riconoscibile e impossibile da falsificare.

Il bitcoin ha molte similitudini con l’oro, infatti i bitcoin come l’oro, si devono cercare (cercando di risolvere equazioni matematiche) e si trovano per caso (quando si risolvono le equazioni matematiche). Inoltre cosi come una mina d’oro arriva alla fine e non produce più oro, anche i bitcoin giungeranno al punto in cui non si potranno più produrre, questo avverrà nell’anno 2140.

Ogni bitcoin si può dividere in 100 milioni di parti, chiamate satoshi, questo significa che se anche tutte le persone del mondo arrivassero a utilizzare il bitcoin, il satoshi continuerebbe a valere pochi centesimi di euro.

Fra i vantaggi che questa tecnologia offre, ci sono la protezione della sfera finanziaria privata ed il totale controllo del nostro denaro digitale, infatti non dobbiamo dare nessuna informazione personale a nessuno per poter depositare, ricever o inviare denaro, questo protegge gli utenti contro perdite occasionate per il furto dei dati personali, come spesso accade con le carte di credito.

Non esistendo intermediari, non esiste nessuno che possa chiudere il nostro conto, decidere quanti bitcoin possiamo trasferire, dove possiamo trasferirli e ancora meno sapere quanti bitcoin possediamo. Siamo liberi di trasferire la quantità di bitcoin che vogliamo a qualunque parte del mondo.

Il bitcoin è totalmente trasparente, infatti tutti i movimenti vengono registrati nella blockchain e sono accessibili a tutte le persone che vogliono controllarli, nessuna persona o entità può modificare o manipolare i dati registrati, questo rende il bitcoin totalmente sicuro.

Al contrario di quello che succede quando usiamo una banca per trasferire i soldi a un’altra persona, con il  bitcoin lo possiamo fare durante 24 ore, i 7 giorni della settimana e i 365 giorni dell’anno. Il trasferimento avviene quasi immediatamente e con un costo irrisorio.

La sicurezza per i venditori che ricevono il pagamento è totale, perché una volta inviati i bitcoin nessuno può cancellare il trasferimento, come succede invece con le carte di credito.

Inoltre il valore del bitcoin dipende totalmente dal mercato e non può essere manipolato da nessuna entità finanziaria.

 

LEZIONE ANTERIORE  –  LEZIONE SEGUENTE

 

 

SEGUIMI NELLE RETI SOCIALI

 

 

.

Vuoi che ti avviso quando pubblico una nuova lezione?
Solamente devi scrivere la tua email qui sotto.

Vuoi che ti avviso quando pubblico una nuova lezione?


Solamente devi scrivere la tua email qui sotto.

You have Successfully Subscribed!